Locorotondo: la differenziata ora comunica in braille: materiali informativi anche per non vedenti

Locorotondo: la differenziata ora comunica in braille: materiali informativi anche per non vedenti
21 Mag

Locorotondo: la differenziata ora comunica in braille: materiali informativi anche per non vedenti

Nuovi dispositivi di comunicazione in braille sono stati messi a disposizione dall'Amministrazione Comunale di Locorotondo e da Monteco Srl per la raccolta differenziata.

Si tratta di un sistema di scrittura grazie al quale vengono raffigurate le lettere dell’alfabeto, le lettere accennate, i numeri, i simboli matematici, la punteggiatura e i segni musicali. Grazie a questo linguaggio le persone affette da cecità potranno da sole distinguere la categoria del rifiuto, contribuendo in maniera fattiva alla mission aziendale, ma anche cittadina. L’obiettivo è quello di coinvolgere soggetti ciechi e/o ipovedenti mettendoli nelle migliori condizioni per poter attivamente compiere la raccolta differenziata in piena autonomia.

Grazie al contributo dalla sezione leccese dell’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti, insieme al CIT, Centro Italiano Tiflotecnico, sono stati prodotti i materiali informativi in braille ovvero brochure con calendario di raccolta e corretta differenziazione dei rifiuti che, su richiesta, verranno distribuiti dall'azienda Monteco a chiunque ne avrà bisogno.

Comune di Locorotondo e Monteco confermano di essere orientati non solo alla sostenibilità ambientale, ma anche sensibili alle esigenze degli utenti con difficoltà.
«Stiamo cercando di favorire la cittadinanza nella conoscenza ed applicazione delle regole della raccolta differenziata – ha commentato l'assessore all'Ambiente Vito Specialela disponibilità di avere anche un'informazione in braille è certamente un vantaggio per tutta la comunità ed un segnale di vicinanza alle fasce più deboli della cittadinanza».